Le parole, al pari degli angeli, sono forze dotate di poteri occulti su di noi. Sono presenze personali corredate da intere mitologie e dei loro effetti monitori, blasfemi, creativi e distruttivi.

James Hillman

E’ questa continua capacità di essere feriti che ci mantiene mortali, fertili e umani

James Hillman

Un gruppo di studenti dello Jung Institut di Zurigo andò a trovare a casa l’antenato della nostra disciplina. Uno studente gli rivolse una domanda piuttosto astratta sull’Ombra. Senza un attimo di esitazione, Jung si portò la mano alla guancia: “Eccola qui” disse. L’Ombra non era un concetto, non era una dottrina, non stava in agguato dietro un velo: era una forza vivente, presente nella faccia

James Hillman

Possiamo sentirci umani proprio a ragione delle nostre ferite, che ci permettono di accostarci alla vita con uno sguardo più intenso e profondo.

Aldo Carotenuto

La terapia, o l'analisi, non è solo qualcosa che gli analisti fanno ai pazienti, essa è un processo che si svolge in modo intermittente nella nostra individuale esplorazione dell'anima, negli sforzi per capire le nostre complessità, negli attacchi critici, nelle prescrizioni e negli incoraggiamenti che rivolgiamo a noi stessi. Nella misura in cui siamo impegnati a fare anima, siamo tutti, ininterrottamente, in terapia.

James Hillman

Ma i sentimenti sono come i lupi: se intrappolati diventano ancora più feroci e alla fine riescono sempre a fuggire.

C. Dart Thornton

Conoscere le nostre paure è il miglior modo per occuparsi delle paure degli altri.

Carl Gustav Jung

Forse ciò che ci manca per affrontare la vita in modo creativo, senza sentirci schiacciare dalle costrizioni inevitabili che ci impone, è l’immaginazione.

J-F. Vézina

La nostra psiche è costruita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade ugualmente negli infinitesimi e più recessi dell'anima.

Carl Gustav Jung

(...) il sogno é il teatro dove il sognatore é allo stesso tempo sia la scena, l'attore, il suggeritore, il direttore di scena, il manager, l'autore, il pubblico e il critico.

Carl Gustav Jung

Il bisogno di affermazioni mitiche è soddisfatto quando ci costruiamo una visione del mondo che spieghi adeguatamente il significato dell’uomo nel cosmo, una visione che scaturisca dalla nostra interezza psichica, cioè dalla cooperazione della coscienza e dell’inconscio. (…) Il significato rende molte cose sopportabili, forse tutto. Nessuna scienza sostituirà mai il mito.

Jung, “Ricordi, sogni riflessioni”

Ma il mondo in sé, ciò che esiste intorno a noi e in noi, non è unilaterale. Mai un uomo, o un atto, è tutto sambara o tutto nirvana, mai un uomo è interamente santo o interamente peccatore.

H. Hesse, da “Siddharta”

Il modo migliore di mantenere il flusso delle immagini perché la poiesis possa continuare, è quello di lasciare che le voci dell’anima, come i personaggi di una favola, continuino il loro racconto anche quando il libro è chiuso. La psiche consiste essenzialmente in immagini, diceva Jung, e noi dobbiamo sognare il mito insieme ad essa.

J. Hillman, “Le storie che curano”

email:info@atanor-psicoterapia.it
tel:0862-717425
fax:0862-028430
cell.:348-6609089 - 349-3137182

Copyright © 2012. Tutti i diritti riservati. - Powered by CapoWeb.it